Ricerca

Utenti on line

Mosajco

Usi e costumi africani

Africandando.com -  Il portale sull'Africa - La community sull'Africa per chi ama l'africa.

Usi e costumi africani

Ci sono ancora molti problemi legati alla tradizione che devono essere risolti. Voglio far conoscere alcuni dei più significativi.
L'excisione, una pratica tradizionale che mutila le ragazze e provoca, con il pretesto di assicurare la loro fedeltà al marito, gravissimi problemi alla salute. Grazie ad una intensa attività di coscientizzazione il fenomeno è molto diminuito.
La poligamia che considera la donna alla stregua di vera e propria mano d'opera; più donne possedute conferiscono una rispettabilità all'uomo nell'ambiente del villaggio Yacouba.

Oggi la pastorale della famiglia è una fonte di pace e stabilità per le coppie cristiane: una vita nuova fondata sull'amore reciproco, una paternità e maternità responsabili sono il frutto del matrimonio cristiano.

La pratica della stregoneria è il grande flagello che mina la vita della società tra gli yacouba provocando l'infelicità agli altri.
Attraverso l'evangelizzazione e con il contributo di sacerdoti incaricati espressamente di affrontare il problema la Diocesi sta molto aiutando le parrocchie e con l'annuncio della liberazione che Cristo ci ha portato, la paura degli stregoni oggi sta facendo significativi passi indietro. Si sta vivendo un grande cambiamento. Fino a poco tempo fa si credeva che ogni morte fosse causata dalla stregoneria, mentre ora la fede ci fa dire che è Cristo l'autore della vita e della storia.

Le maschere che nella cultura pagana hanno un posto d'onore in quanto rappresentano visibilmente la divinità e quindi hanno un potere che richiede obbedienza, pena l'arrivo di una disgrazia. Per noi cristiani il Dio trascendente si è manifestato in Cristo e questo rende inutile e senza senso la presenza delle maschere che restano ancora, ma spesso come elemento folcloristico.
Il matrimonio che sta abbandonando forme antiche che vanno contro la dignità della persona come la scelta operata dai genitori, una specie di vendita anticipata della figlia al futuro sposo; e di mezzo c'erano spesso questioni di denaro o di parentela. Ora la parrocchia prepara i futuri sposi con degli incontri di educazione alla vita e al matrimonio.
Cosa possiamo prevedere per il futuro? Prima di tutto possiamo gioire per tutto quanto è legato alla presenza dei cappuccini in questa parrocchia e sperare che pur in mezzo alle difficoltà il frutto sarà ancora più abbondante e conduca tutti al cambiamento cristiano della vita.

In Africa le usanze tribali sono numerose come i granelli di sabbia e sono profondamente radicate in ognuna delle tribù dell’intero continente. Alcune sono semplici da osservare, altre appaiono strane a noi occidentali, altre ancora sono divertenti. Tutte hanno in comune l’obbligo del loro rispetto da parte dei componenti della comunità, in caso contrario, nei casi più gravi, scatta immediatamente la maledizione o il bando dalla comunità stessa. Tra le tante tradizioni ce n’è una che in tempi remoti era nata con un nobile scopo, ma che con il passare del tempo è cambiata e si è trasformata in un rischio mortale. “Ereditare una moglie” (Wife inheritance) è l’usanza della quale vi dirò. Questa tradizione della tribù LUO nacque moltissimo tempo fa ed aveva lo scopo di proteggere una vedova, i suoi figli e le sue proprietà. Quando il marito moriva la vedova veniva “sposata” simbolicamente dal fratello del morto o da un cugino o, in assenza di tali parenti, da una persona onorevole al di fuori della famiglia. Lo scopo principale era di provvedere alle necessità della vedova e dei suoi figli, ma anche di mantenere le proprietà all’interno della famiglia. Questo costume non prevedeva assolutamente una relazione sessuale, anche perché l’uomo che ereditava la vedova poteva già essere sposato ed avere dei figli. Con l’andare del tempo questa tradizione si è in parte trasformata. L’obbligo di “ereditare la vedova” è sempre ferreo e i nuovi pretendenti sono attratti dalle proprietà, ma anche, e soprattutto, dalla possibilità di avere a disposizione una donna con cui soddisfare la loro sessualità. Nonostante l’AIDS stia mietendo vittime ad un ritmo vertiginoso, specialmente in Africa dove in alcune zone si registra una percentuale del 25% di popolazione sieropositiva, questa pratica non mette paura e non scoraggia la “caccia alla vedova”.


Ultima foto




Tradizioni
Musica Africana

La musica africana, nel senso di musica originaria dell'Africa, è es... continua

Miti e Leggende Africa

Sono tantissime le credenze fantastiche e misteriose, le suerstizioni,... continua

Ricette
Babaghanouj
Babaghanouj

Ingredienti:
melanzane, 375 gr. 
aglio, 2 spicchi 
tapina, 60 ml. 
succo di limone, 60 ml. 
cumino, 1/2 ...

Continua »

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI